LA GUARIGIONE QUANTICA ( parte II di 2)

heart_10

La guarigione quantica parte II

Nel primo articolo abbiamo parlato dello Spirito, ora affronteremo le altre 3 parti; Anima, linee ereditarie, immagine del Sè.

– l’Anima, al contrario dello Spirito ha un obiettivo ben preciso, essa ci vuole ricordare quello che non ha funzionato per noi in altre vite o dimensioni, in modo tale che in questa vita possiamo fare le cose in modo diverso, possiamo correggerci, possiamo imparare una lezione.

Tutti i problemi che non abbiamo risolto in passato, si presenteranno in questa vita, a prescindere che noi crediamo o meno nelle vite passate. I problemi che abbiamo adesso comunque li dobbiamo affrontare. Tutte le sfide che ci arrivano nella vita le abbiamo già affrontate nelle vite precedenti.

– Il DNA, i nostri antenati vivono in noi attraverso il DNA, quindi ci portiamo un fardello che non è il nostro e ci arriva da due linee ereditarie; quella di nostra madre e quella di nostro padre. Ovviamente i nostri antenati non vogliono farci del male, hanno delle buone intenzioni nei nostri confronti. Se andiamo a guardare la linea ereditaria degli antenati, quale potrebbe essere la cosa più importante per i nostri antenati? Potrebbe essere trasmettere il DNA, portare avanti la sopravvivenza della tribù, quindi la felicità singola del singolo membro della tribù non è la priorità principale. Gli antenati vedevono le cose da un’ottica più ampia,per loro la cosa più importante è la sopravvivenza della tribù. Per chi ha fatto le costellazioni familiari, si evince che è il singolo che deve fare una scelta per quello che vuole nella propria vita. Dobbiamo prendere gli aspetti positivi della linea ereditaria dei nostri antenati e usare il loro amore per sostenerci, staccandoci dalle promesse e dagli impegni presi dai nostri antenati per la sopravvivenza della tribù, ma non per la felicità dell’individuo. E’ importante liberarsi da queste catene che ci vincolano, che ci trattengono. Magari nella vostra famiglia sarete i primi che possono fare qualcosa per cambiare questo mondo in senso positivo,un cambiamento che possa migliorare questo mondo in modo preponderante. Ciò non vuol dire che dobbiamo diventare presidenti di grandi nazioni, sono i piccoli cambiamenti che possiamo fare nella nostra vita quotidiana, che se tutti facessimo davvero, potrebbero cambiare i mondo. In questa fase, qualunque cosa facciamo la facciamo anche per i nostri antenati. Noi possiamo rompere quel legame Karmico di cui loro hanno sofferto. E’ stato dimostrato anche dal punto di vista scientifico che possiamo tramandare i conflitti emotivi non risolti dai nostri antenati anche ai nostri discendenti, si chiama Epigenetica.

-Immagine del Sè, quanto siamo consapevoli del nostro Sè? Quali sono le credenze in merito al proprio Sè? Se la credenza è ” sono debole, non sono forte, sono vittima” questa credenza crea la realtà.
Qualunque cosa crediamo in merito al nostro Sè influenzerà la nostra realtà. Le credenze hanno un impatto, anche se un milione di persone ti dice ” sei fantastico, sei meraviglioso, sei bello” se non ci credi tu, non lo sentirai mai. Ci possono essere un milione di persone che dicono che c’è in corso una crisi, ma se tu credi di non essere dentro a una crisi, non sei in crisi. Le credenze le possiamo cambiare in un’istante, ma la cosa più importante è l’immagine che proiettiamo nell’universo.

A questo punto dobbiamo scegliere su quale parte lavorare, ma se lavoriamo sulle vite passate e scopriamo di averne vissute 1400, ne abbiamo di lavoro da fare! Oppure possiamo scegliere di dedicare tutto il tempo allo Spirito, ci sediamo in cima a una montagna e meditiamo 16 ore al giorno, ma quando torneremo alla civiltà, saremo in grado di mantenere la connessioe? Oppure possiamo concentrarci sull’immagine del Sè per il resto della vita. e quindi che fare? La domanda la dobbiamo fare al nostro Spirito. Qual’è il mio scopo in questa vita? Perchè sono quì? Qual’è la mia priorità adesso? Dobbiamo essere in grado di riuscire a comunicare con una coscienza superiore alla nostra mente. In questo senso possiamo dire che la guarigione quantica consiste nell’avere la capacità di uscire dai limiti del nostro Sè ristretto e connetterci col nostro Sè più saggio e chiedere a lui .E’ la capacità di notare quando qualcosa ci sta limitando, quando rimaniamo incastrati e non sfruttiamo la nostra piena consapevolezza, il nostro Sè completo. Rendersi conto in quel momento di avere comunque una scelta, perchè possiamo sempre uscirne, fare un passo fuori. Tutti possiamo fare questa cosa. E sufficiente dire, adesso basta, mi fermo e vado a controllare con chi è più saggio.

Nel momento in cui iniziamo a a relazionarci con gli altri, ci relazioniamo con i loro concetti. Quando si ha una relazione con un’altra persona, non è una persona, ce ne sono minimo quattro dentro quella persona. Erediti tutta la linea familiare, cose che a volte possono essere davvero traumatiche. Erediti anche il Karma di quella persona. Perchè hai sposato quella persona? Magari vi eravate sposate in una vita passata e non ha funzionato, è stato terribile, adesso pensate di poter fare meglio. Buona fortuna! Inoltre avrete a che fare con l’immagine di Sè di quella persona, le sue credenze, le sue esigenze, tutte queste cose entrano nel vostro rapporto con l’altra persona. La vita si complica un pò nell’ avere una relazione oltre che con se stessi anche con un’altra persona.
L’anima porta anche la nostra storia, tutto quello che abbiamo sperimentato nelle vite precedenti.
Il DNA porta quello che dobbiamo risolvere anche per i nostri antenati.

Il Sè è quello su cui dobbiamo lavorare fin quando non riusciamo ad accettare che siamo esseri divini e che faremo degi errori perchè è così che si impara. Non è una cosa buona o cattiva, ma se non impariamo dai nostri errori li ripeteremo fin quando non capiremo.

E poi ci sono 3 influenze esterne:
– quelle che ci vengono date dagli altri esseri umani
– gli esseri invisibili, ce ne sono di vario genere, gli Angeli, gli spiriti guida per es. Gesù, Buddha. e comunque si tratta di energia
– l’ambiente, per esempio casa nostra, l’ambiente lavorativo, anche in questo caso parliamo di energia, energia elettromagnetica, campi elettromagnetici.

Per questo articolo ho preso spunto dal corso Quantum Healing di Joy e Roy Martina.

Nadia Aglianò

Seguici anche sulla Pagina Facebook e clicca Mi Piace per sostenerci

Leggi anche LA GUARIGIONE QUANTICA PARTE I

LETTURA ANGELICA

Precedente I BISOGNI UMANI: 2-varietà Successivo Costellazioni familiari e le 5 leggi biologiche