Grigori Grabovoi : Esercizi per ogni giorno del mese (8° Giorno)

1 a

Grigori Grabovoi : Esercizi per ogni giorno del mese (8° Giorno)

GRIGORI GRABOVOI

LE SEQUENZE NUMERICHE

Chi è GRIGORI GRABOVOI Nato nel 1963 nel Kazakistan, visse la sua infanzia in un piccolo paese. Già all’età di 5 anni iniziò a sperimentare fenomeni di chiaroveggenza pilotando consapevolmente determinate situazioni. Solo più in là nel tempo riconobbe di distinguersi dalle altre persone per queste sue capacità.

Grigori-G.

 

Esercizi per ogni giorno del mese

Questi esercizi per ogni giorno del mese sono per lo sviluppo della coscienza, per lo sviluppo degli eventi della vita in direzione ottimale per l’acquisizione di piena salute e per stabilire l’armonia con il battito dell’universo.
In questi esercizi insito il pilotaggio degli eventi. Questi  esercizi sono creativi e con l’esercizio crescerete a livello spirituale entrando sempre più in connessione con lo spirito divino. Per ogni giorno ci sono tre esercizi da fare. Essi insegnano come prendere controllo degli eventi e della creazione della propria realtà. Il primo esercizio consiste nella concentrazione su qualche elemento della realtà interiore o esteriore. Il secondo è la concentrazione su una sequenza di sette o nove cifre. Il terzo esercizio prevede la tecnologia del controllo di eventi in forma verbale. Il tutto si compie sempre sintonizzati sullo “sviluppo armonico e la salvezza globale”. Come ogni creazione il risultato positivo è determinato in grande misura dal nostro approccio ad essa. Possiamo cercare di aprirci a questo processo creativo, ascoltare come la nostra voce interiore ci suggerisce di affrontare queste concentrazioni. Questi esercizi sono individuali ed ognuno sceglie da solo il sistema del proprio sviluppo. Ci sono esercizi per ogni giorno del mese, e quindi il giorno del mese dell’elenco di esercizi deve sempre corrispondere al giorno del calendario. Le concentrazioni possono essere praticate in qualsiasi momento della giornata o durante la notte. La quantità delle concentrazioni per giorno e la loro durata si stabiliscono liberamente. È auspicabile mantenere una certa regolarità nelle concentrazioni e di praticarle prima di eventi importanti. Se il primo esercizio di un giorno appare difficile, si può saltarlo e passare agli altri due. Il risultato sarà raggiunto ciò nonostante e col tempo sempre più esercizi con il numero 1 risulteranno comprensibili e facili. Quindi il mio consiglio è di praticare quello che sembra comprensibile e piace.
8° giorno:
1. In questo giorno impariamo a effettuare il controllo, concentrandoci sulle conseguenze degli eventi.
Immaginiamo che siamo seduti sulla riva di un lago e guardiamo una barca a motore che passa davanti a grande velocità. Davanti alla barca l’acqua è calma, dietro invece si formano le onde. Le onde sono l’effetto del movimento della barca.
Ora rivolgiamo il nostro sguardo a una foglia sull’albero. Essa è l’effetto dell’esistenza dell’albero.
Le nuvole coprono il cielo e sulla terra cadono le prime gocce di pioggia. Le gocce sono la conseguenza dell’esistenza della nuvola.
Gli esempi simili attorno a noi non hanno il numero. Scegliamone uno qualsiasi e concentriamoci su una delle sue conseguenze, tenendo nella mente allo stesso tempo l’evento desiderato. L’evento avrà la sua realizzazione.
Questo metodo di controllo è molto efficace e permette di modificare anche gli eventi del passato.
2. La sequenza di sette numeri: 1543218;
La sequenza di nove numeri: 984301267.
3. Possiamo notare che l’infinità della linea della cifra otto unisce in sé tutti i Mondi, che abbiamo incontrati nei sette giorni precedenti. Quando il nostro Mondo si unirà agli altri Mondi, scopriremo di avere nell’animo tanta gioia quanta diversità esiste in questo Mondo. Percependo ogni particella del Mondo come gioia universale, vedremo che la gioia è eterna, come è eterno il benessere. In questo stato di gioia universale alziamo le mani verso l’alto e sentiremo la benevolenza Divina che ci chiama all’Eternità. Dobbiamo vedere l’Eternità lì, dov’è. Dobbiamo vedere l’Eternità lì, dove non c’è. Dobbiamo vedere l’Eternità lì, dov’è sempre stata, e diventeremo i creatori dell’Eternità lì, dove dal punto di vista degli altri non c’è. Quando saremo in grado di vedere l’Eternità e di crearla, diventeremo eterni sempre e dappertutto, in qualsiasi eternità e in qualsiasi mondo. Siamo i creatori a immagine e somiglianza e l’Eternità ci crea a immagine e somiglianza. Creando l’eterno creeremo noi stessi. Creando noi stessi, creiamo l’eterno, così come l’Eternità può creare un’altra Eternità e come il Creatore creò tutti gli uomini allo stesso tempo.

Tratto dal libro: “Metodi di concentrazione di Grigori Grabovoi”

 

Precedente La carta della settimana dal 08 agosto al 14 agosto Successivo Comunicare con gli angeli per se stessi e per gli altri - Doreen Virtue