Crea sito

Grigori Grabovoi : Esercizi per ogni giorno del mese (1° Giorno)

copertina

GRIGORI GRABOVOI

LE SEQUENZE NUMERICHE

Chi è GRIGORI GRABOVOI Nato nel 1963 nel Kazakistan, visse la sua infanzia in un piccolo paese. Già all’età di 5 anni iniziò a sperimentare fenomeni di chiaroveggenza pilotando consapevolmente determinate situazioni. Solo più in là nel tempo riconobbe di distinguersi dalle altre persone per queste sue capacità.

Grigori-G.

Esercizi per ogni giorno del mese
Questi esercizi per ogni giorno del mese sono per lo sviluppo della coscienza, per lo sviluppo degli eventi della vita in direzione ottimale per l’acquisizione di piena salute e per stabilire l’armonia con il battito dell’universo.
In questi esercizi insito il pilotaggio degli eventi. Questi  esercizi sono creativi e con l’esercizio crescerete a livello spirituale entrando sempre più in connessione con lo spirito divino. Per ogni giorno ci sono tre esercizi da fare. Essi insegnano come prendere controllo degli eventi e della creazione della propria realtà. Il primo esercizio consiste nella concentrazione su qualche elemento della realtà interiore o esteriore. Il secondo è la concentrazione su una sequenza di sette o nove cifre. Il terzo esercizio prevede la tecnologia del controllo di eventi in forma verbale. Il tutto si compie sempre sintonizzati sullo “sviluppo armonico e la salvezza globale”. Come ogni creazione il risultato positivo è determinato in grande misura dal nostro approccio ad essa. Possiamo cercare di aprirci a questo processo creativo, ascoltare come la nostra voce interiore ci suggerisce di affrontare queste concentrazioni. Questi esercizi sono individuali ed ognuno sceglie da solo il sistema del proprio sviluppo. Ci sono esercizi per ogni giorno del mese, e quindi il giorno del mese dell’elenco di esercizi deve sempre corrispondere al giorno del calendario. Le concentrazioni possono essere praticate in qualsiasi momento della giornata o durante la notte. La quantità delle concentrazioni per giorno e la loro durata si stabiliscono liberamente. È auspicabile mantenere una certa regolarità nelle concentrazioni e di praticarle prima di eventi importanti. Se il primo esercizio di un giorno appare difficile, si può saltarlo e passare agli altri due. Il risultato sarà raggiunto ciò nonostante e col tempo sempre più esercizi con il numero 1 risulteranno comprensibili e facili. Quindi il mio consiglio è di praticare quello che sembra comprensibile e piace.
1° giorno del mese:
1. Il primo giorno del mese bisogna praticare la concentrazione sulla pianta del piede destro. Questa concentrazione ci mette in contatto con il punto d’appoggio nel mondo esteriore. Nel pensiero dobbiamo appoggiare i piedi sulla Terra. La Terra raffigura nella nostra coscienza l’appoggio portante.
Il controllo nel sistema di recupero completo si basa sul fatto che il punto d’appoggio rappresenta sia sé stesso, sia il punto della creazione. Dato che sia il punto della creazione, tramite la concentrazione possiamo subito sviluppare la coscienza.
Ci rendiamo conto che seguendo lo stesso principio secondo il quale sulla Terra tutto cresce e si sviluppa, nascono le piante e si forma la materia del nostro corpo, in base allo stesso principio possiamo creare qualsiasi realtà esteriore. La comprensione di questo concetto è il fondamento della presente concentrazione.
Comunque, nel corso della concentrazione possiamo anche non pensare al suo meccanismo di fondo. Basta concentrarci semplicemente sulla pianta del piede destro tenendo nella mente quell’evento che vorremo far realizzare. Il meccanismo della costruzione della realtà di cui si è parlato sopra si mette in azione automaticamente. L’evento desiderato si ottiene in modo armonioso, perché questo controllo garantisce allo stesso tempo anche l’armonizzazione degli eventi.
Questo esercizio può essere praticato più volte al giorno.
2. La concentrazione sulla sequenza di sette numeri: 1845421;
sulla sequenza di nove numeri: 845132489.
3. In questo giorno è opportuno concentrarsi sul Mondo e sentire che ogni oggetto del Mondo è una parte della nostra personalità. Avendo questa sensazione, ci accorgeremo che il soffio di vento da ogni oggetto del Mondo ci suggerisce una soluzione. Quando percepiremo che ciascun oggetto possiede una particella della nostra coscienza, ci renderemo conto dell’armonia mandataci dal Creatore.

Tratto dal libro: “Metodi di concentrazione di Grigori Grabovoi”

Nadia Aglianò

Salva

Salva

error: Il contenuto è protetto