Poesia… I Luoghi del Sogno…

Assaporo Tè speziato alla cannella…

Evoco i Luoghi,

in cui il Sogno inizia…

C’è un sentiero di campagna,

lungo e tortuoso,

sembra non finire mai…

Ruderi del Dopoguerra,

appartenenti ormai alla Natura…

Come in un dipinto,

appare il mare…

Il Mare,

immerso in questa natura

dimenticata.

Una Magia…

La baia si apre

In una splendida cala,

che già un tempo,

fu meta di popoli conquistatori…

Il Mare è Sovrano,

Tutto Prende…

Conquistati,

dall’inconsapevole bellezza,

della selvaggia vita.

Mi siedo,

quasi timorosa…

sul tappeto di conchiglie,

che vengono a dare l’ultimo addio

a quella che fu,

per loro la casa.

Osservo…

Tutto è immutato

Come allora…

Il profumo inconfondibile della salsedine,

inevitabilmente,

mi prende…

L’imposizione,

la staticità,

sono la morte dell’Anima…

come si può fermare

il suo errare…

La Felicità,

non si può comandare,

non si può chiudere sotto chiave…

Emozioni,

Dentro…

Fuori,

Pace…

Solo un passerotto

Audace…

Con canto quasi riverente,

traduce in suono,

ciò che non si dice…

 

                                                            ***

                                                           NeNè

Se vuoi, Vienici a trovare e clicca “mi piace” anche sulla nostra pagina facebook

  

I commenti sono chiusi.