Costellazioni familiari e le 5 leggi biologiche

cuore

Costellazioni familiari e le 5 leggi biologiche

Secondo il Dott. Hamer la malattia non esiste, ovvero, non ci sono malattie ma processi biologici, che si svolgono e che hanno un senso. Non ci sono forze maligne che vogliono il nostro male. Le 5 leggi biologiche, è un argomento molto complesso, Ci sono molti testi in vendita, che spiegano tutto per bene, ma ciò che mi interessa ora è spiegare che cosa porta maggiormente a quella che chiamiamo malattia. Non è altro che la paura, dettata dal fatto che non comprendiamo che siamo molto più di quello che crediamo di essere e abbiamo un grandissimo potere: creare la nostra realtà. Solo che creiamo la realtà in cui crediamo e, questo, è anche il principio su cui si basa la legge di attrazione che è una delle 7 leggi universali. Possiamo quindi creare una realtà bellissima di benessere , oppure una realtà di sofferenza, rinuncia e sacrificio. Quello che ci porta a costruire una realtà di sofferenza rinuncia e sacrificio è la paura. Noi viviamo di paura, viviamo in una società di paura, paura che viene alimentata dai media, dai medici, dai nostri insegnanti, dai nostri genitori, ecc. Questa paura ci impedisce di sperimentare la vita per quello che è, e di vivere le nostre potenzialità che sono immense, infinite.
Se proviamo dolore, sofferenza il nostro corpo esegue automaticamente un determinato processo che porta alla malattia, in generale occorre avere una veduta più ampia su cosa accade al nostro corpo a livello biologico per poter accompagnare questo processo senza paura.

Prendiamo come esempio un bambino trascurato dalla madre che è oberata di impegni. Dal momento in cui il bambino si ammala, la madre si libera dagli impegni e si occupa del bambino, a livello inconscio, il bambino sa che, se sta male la madre riversa tutte le attenzioni su di lui, quindi in automatico si attua il processo di malattia per richiamare le attenzioni della madre.
Ma questo processo può riattivarsi anche in età adulta, quando abbiamo bisogno di attenzioni da parte del nostro partner ,dei nostri figli o degli amici e se non funziona ci basta quello degli infermieri, dei medici, automaticamente attiviamo il processo di malattia che funzionava quando eravamo piccoli.
Ovviamente non siamo sbagliati, semplicemente una parte di noi che è rimasta infantile ricorre a degli stratagemmi per soddisfare dei bisogni. Uno di questi stratagemmi è appunto la malattia.
Dobbiamo avere una parte adulta sufficientemente centrata per renderci conto che determinate malattie o un certo atteggiamento vittimistico non ci servono e quindi possiamo valutare di poter ottenere gli stessi risultati, senza malattia.
Ci sono anche casi di persone che non riescono a dire di no e, inconsciamente si ammalano, perché cosi finalmente nessuno gli farà delle richieste, in questo caso la malattia può essere una via di fuga.

Con la nostra parte razionale è difficile accettare il fatto che qualunque evento della nostra vita non sia mai casuale.
Fare un incidente, perdere dei soldi, litigare con qualcuno che amiamo anche se non vorremmo farlo.
Possiamo paragonare la nostra mente conscia ad un cavallo e la mente inconscia (il bambino interiore arrabbiato bisognoso e ferito) a 100 cavalli, Anche se il cavallo singolo decide di andare in una direzione ma non è appoggiato dai 100 cavalli, non potrà mai farcela! Ovviamente vinceranno i 100 cavalli. Se una parte di noi si pone un obiettivo, per esempio un lavoro o una relazione, ma i 100 cavalli dicono: “non te lo meriti o, tua madre non lo ha avuto e quindi non lo avrai nemmeno tu o, se realizzi questa cosa sarai felice mentre i tuoi genitori non sono stati felici” queste credenze inconsce sono cosi profonde che ci costringono a rinunciare. Spesso riusciamo ad ottenere un buon lavoro o una buona relazione sentimentale, ma inconsciamente tendiamo a rovinarla, come fa l’atleta che arriva sempre primo alle prove e nella gara arriva terzo. Perché ci sono i 100 cavalli che tirano in un’altra direzione.

Quindi che fare? Diventare consapevoli che quella parte che reagisce, che scalcia, che tira, è la parte ferita di noi, che ha bisogno di determinate cose e , non sapendo come fare, ricorre a quegli schemi che ha acquisito da bambino e hanno funzionato.

Per uscire da questo loop ci sono delle domande che possiamo farci, soprattutto la sera prima di andare a dormire, la nostra mente risponde sempre alle domande aperte magari non immediatamente, ma di sicuro risponde e, a domande giuste si ottengono risposte giuste.
Ci sono quindi 3 domande in particolare che potremmo farci:

1- Cosa sta succedendo al mio corpo?

2- Che vantaggio ne ho? Mi ammalo perché questo lavoro non lo sopporto o queste persone non le sopporto o vorrei dire di no ma non ne sono capace o mi ammalo per far sentire qualcuno in colpa o che altro?

3- A chi sono fedele nel mio sistema familiare? Noi ereditiamo le emozioni dai nostri familiari, quindi ereditando certe emozioni di mia madre, per es., posso produrre gli stessi risultati di mia madre,ma posso sempre imparare a sentire le cose in un altro modo, io posso cambiare.

Siamo cresciuti in un contesto familiare, possiamo essere arrabbiati con tutto il nostro sistema familiare e, anche se li cancelliamo, o ci spostiamo dall’altra parte del mondo perchè non li vogliamo più sentire, non cambia niente, perché quello che succede nel nostro corpo fisico è determinato da quello che viviamo a livello emotivo. E’ come “sentiamo” la nostra famiglia.

Ogni bambino che nasce in un sistema familiare ha bisogno di amore, di essere amato e poter amare mamma, papà, il sistema materno e il sistema paterno, ha bisogno di amore, armonia, unione e pace. Non importa se i genitori siano insieme o separati quel che conta è che il loro rapporto sia armonioso. Il bambino ha bisogno di vedere che mamma e papà stanno bene, e non si sacrificano; immaginiamo come sarebbe stata la nostra vita se avessimo visto mamma e papà rilassati,felici e contenti della propria vita. Dal momento in cui i genitori non stanno bene il bambino lo sente già da quando è in grembo, verso i quattro mesi di gravidanza, e cerca in qualche modo di portare il suo contributo, di tenerli uniti, di farli felici, di rispondere al bisogno d’amore della mamma e a quello di realizzazione del papà che magari sarebbe voluto diventare un architetto e allora il bambino decide che lo farà lui, e magari ci riuscirà e avrà successo, ma, a 40 anni, si accorge che sarebbe voluto essere, per es., un pittore, o un contadino,o altro. Qui nasce il dolore, ma cosa può fare a questo punto e qual’è il significato della malattia?
La malattia come ogni forma di dolore porta un messaggio, segnala come una spia luminosa che c’è qualcosa nella tua vita che non va bene per te.
Quando una persona persegue un obiettivo, anche se produttivo e di successo, ma non è il proprio obiettivo, l’anima soffre, e se continua ad accettare una situazione che non vuole, che non gli piace che comunque dentro non accetta, e quindi si fa violenza da sola, il corpo per un pò lo tollera, poi inizia a mandare segnali, un’emicrania per es, a quel punto si reagisce con una pastiglia, e si va avanti, e arriva il secondo segnale, mal di schiena, ma si prende una pastiglia più potente e si continua, e allora, magari si sloga una caviglia, ma imperterrita persevera ad andare avanti finché non arriva la malattia a fermarla.

Noi veniamo sulla terra per vivere la vita che vogliamo vivere, dentro abbiamo una parte saggia che sa cosa siamo venuti a fare, sa perché siamo qua e qual’è il nostro scopo. Ma se facciamo altro e non siamo felici, ci sentiamo frustrati, stressati, insoddisfatti e arrabbiati, e continuiamo sulla medesima strada, allora la malattia ci indicherà che non stiamo vivendo per noi, per lo scopo per cui siamo venuti.

Nadia Aglianò

Seguici anche sulla Pagina Facebook e clicca Mi Piace per sostenerci

LETTURA ANGELICA

Sistema di Terapia dei Quattro Arcangeli

Numerologia, Carta Numerologica e Tema Numerologico

POTENZIAMENTO DELL’ARC. RAFFAELE E DEL PENTAGRAMMA DEGLI ANGELI DELL’ABBONDANZA

POTENZIAMENTO LUCE DELLA PROSPERITÀ’ CON L’ARCANGELO MICHELE

 POTENZIAMENTO PER LA PIENA FIORITURA DELLA MANIFESTA

POTENZIAMENTO PER I LEGAMI

TELEPATIK -TELEKINETIC REIKI

INIZIAZIONE

RITUALI ANGELICI

REGRESSIONE VITE PASSATE

Corsi individuali di crescita spirituale

 

Salva

I commenti sono chiusi.